Zuppa invernale

Da quando ho scoperto di essere intollerante al glutine, ovvero da poco meno di 1 anno, ho iniziato ad apprezzare la possibilità di cercare sapori e soddisfazioni nuove in cucina.

Ovviamente essere solo intollerante al glutine non mi basta, volevo essere ancora più complicata, così ho deciso di eliminare la carne dalla mia alimentazione, quindi come si dice “di necessità virtù” ho iniziato a riscoprire il gusto di cucinare le verdure, anche quelle che non conoscevo.

Oggi vorrei presentarvi la mia zuppa preferita, quella invernale, che riscalda il cuore e la pancia nelle giornate più fredde, la zuppa di cavolo nero, zucca e patate.

IMG_3134

Zuppa invernale
 
Preparazione
Cottura
Tempo totale
 
Autore:
Tipologia: Primo
Cucine: Italiana
Serves: 4
Ingredienti
  • 200 gr di cavolo nero
  • 300 gr di patate
  • 350 gr di zucca gialla
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale
  • sale qb
  • noce moscata qb
Procedimento
  1. Preparare il brodo vegetale
  2. Lavare il cavolo nero e tagliarlo finemente
  3. Sbucciare e tagliare grossolanamente le patate
  4. Tagliare la zucca a tocchetti
  5. Unire tutte le verdure in pentola
  6. Aggiungere mano mano il brodo per farlo assorbire lentamente
  7. Aggiustare di sale ed aggiungere la noce moscata
 

Per questa ricetta ho utilizzato una parte di una zucca gialla regalatami da mio padre, in totale la zucca pesava circa 10kg, per farvi capire la stazza dell’ortaggio ve lo mostro nella sua interezza.

Banana for scale
Banana for scale

A differenza della classica zucca, quella a pasta gialla ha una buccia molto più sottile, meno coriacea, per questo motivo una volta lavata bene (utilizzando spazzolini di ogni tipo) ho deciso di cuocerla così com’è, senza sbucciare nulla e la differenza è notevole!

Per prima cosa ho realizzato del brodo vegetale, per farlo si hanno due possibilità: o si procede alla realizzazione e al relativo filtraggio del brodo vegetale casalingo (pulire, lavare, e mondare patate zucchine, carote, cipolla e sedano far bollire 40 minuti minimo e filtrare) oppure utilizzate il dado. Nella frenesia delle giornate e nell’economia del tempo che a volte si ha a disposizione per cucinare, io ho optato per il dado.

IMG_3127

Mentre il brodo procede nella cottura, lavate tutte le verdure:

1. il cavolo nero è insidioso, le sue foglie sono molto carnose ma anche ricche di nervature e protuberanze che nascondono terra, sciacquatele accuratamente e tagliatelo molto finemente, così da accelerare i tempi di cottura;

2. sbucciate e tagliate grossolanamente le patate;

3. tagliate a tocchetti la zucca;

È difficile che io crei basi di soffritti per le preparazioni se non strettamente necessari, in questo caso se volete potrete fare un fondo con olio e cipolla rosolata, ma io preferisco lasciarla semplice quindi: inserite tutte le verdure in una pentola capiente e aggiungete metà del brodo preparato ed iniziate la cottura.

Una volta che le verdure avranno assorbito gran parte del liquido, aggiungete il restante brodo, salate e cuocete la zuppa per circa 1 ora.

Aggiustate di sale ed aggiungete la noce moscata.

L’ideale sarebbe prepararla la sera prima per il giorno dopo, in questo modo i sapori si intensificheranno e la zuppa risulterà ancora più gustosa.

Potete accompagnare questo piatto con dei crostini di pane saltati in padella con un filo d’olio d’oliva e del rosmarino, il tocco finale che renderà ancora più rustico il vostro pasto.

IMG_3135

More from Mandolina

Zuppa di zucca: una ricetta peruviana

Amo i prodotti di stagione, mi piace cucinarli ed adoro oltremodo cucinare...
Read More

1 Comment

  • E dunque ce l’hai fatta!!! Come ti ho già detto il nome del blog è carinissimo e mi piace molto, anche l’impostazione…sulle ricette purtroppo posso giudicare poco ma sono felice che tu sia in questa baraonda incredibile insieme a noi! Un abbraccio e…enjoy!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *